Ex chiesa Santa Chiara a murano: Tra vetro soffiato ed eventi

Buongiorno cari amici! Quest’oggi ritorno a parlare di Murano, nello specifico di un edificio religioso sconsacrato che è stato poi restaurato e riconvertito ad uno spazio per eventi, esposizioni di opere in vetro e dimostrazioni. Sto parlando appunto della Ex Chiesa Santa Chiara, dove organizzano aperitivi con musica e performance dal vivo mentre il mastro vetraio crea autentici pezzi d’arte.

Ne parlo proprio ora, perché da mercoledì 16 partono questi aperitivi artistici organizzati da La Chic Venise (link al sito ufficiale qui).

 

Ma di chi sto parlando?

La Chic Venise nasce da un’ idea di quattro giovani ragazzi uniti da un solo obiettivo: far riscoprire,il fascino e l’eleganza di una Venezia notturna, proponendo un calendario di eventi settimanali che misceli con equilibrio arte, spettacolo e divertimento in un cocktail dai sapori unici e ricercati. Lascio qui il link dell’evento su Facebook.

Direi quindi che non c’è occasione migliore per unire, architettura, design locale, musica e festa! Inoltre è rivolta a tutti, giovani e adulti che hanno voglia di passare una serata originale e diversa dal solito. Inoltre trovo sempre molto interessante quando un edificio di rilevanza artistica viene rinnovata e adibita a qualcosa di completamente diverso rispetto al precedente uso.

Ex Chiesa Santa Chiara La chic Venise

Ex Chiesa Santa Chiara evento
Locandina dell’evento del 16 Maggio 2018

Cenni storici

Secondo le prima testimonianze, originariamente l’edificio di questa chiesa apparteneva al convento agostiniano dedicato a San Nicola della Torre, datato 1311, nell’insula di Santo Stefano. Quasi cinquant’anni dopo vennero a stabilirsi le monache benedettine, sostituite dalle suore francescane di Santa Chiara di Treviso. Agli inizi del ‘500, proprio loro iniziarono il restauro della chiesa. A causa del  decreto napoleonico, durante i primi anni del 1800, vengono chiusi parecchi complessi monastici, tra i quali proprio questa chiesa e il convento. Nel 1829 quest’ultimi vennero acquistati dalla ditta milanese Fratelli Marietti, per avviare la loro produzione di bottiglie in vetro nero per il vino, lastre per finestre e campane di vetro. Da questo momento in poi, sia la chiesa che il chiostro del convento subirono parecchie modifiche, tra i quali l’abbattimento del campanile e l’apertura di un colonnato.

Ex Chiesa Santa Chiara stampa
Veduta ottocentesca della facciata e del portico. Ph credit: http://www.santachiaramurano.com/history.html

Le altre modifiche interne della ex chiesa Santa Chiara sono ad opera del Barone Franchetti il quale suddivise in due piani la chiesa e sopraelevò il chiostro, in modo tale da poterlo sfruttare per la produzione vetraria. Nel 1919 cambia nome in Cristallerie Murano e vengono demoliti completamente il chiostro e venduti inoltre gli archi, le colonne e altri manufatti artistici. Nel 1925 viene realizzato un nuovo edificio con portico che si affaccia direttamente sulla fondamenta per riqualificare l’ingresso più semplice di quello francescano. Durante gli anni ’60 l’intera proprietà fu venduta e divisa fra vari proprietari. Fu abbandonata negli anni ’90 in seguito al crollo del tetto della ex chiesa Santa Chiara dopo un incendio.

Nel 2012 l’intero complesso, ormai ridotto ad un mucchio di rovine, viene comprato dalla famiglia Belluardo, che restaura la chiesa e la riapre al pubblico nel 2017.

Vi è piaciuto questa piccola chicca veneziana, anzi muranese, diversa dal solito? Secondo me è sempre molto affascinante scoprire aneddoti e curiosità di una Venezia fuori dai soliti percorsi. Spero di ritornare presto a parlare di Murano e di potervi raccontare di altri luoghi nascosti della Laguna!

Bacioni

 

This post is also available in: enEnglish (Inglese) itItaliano

Rispondi